giovedì 3 luglio 2008

Lui e Lei



Vi chiederete tutti come starà procedendo la storia romantica tra Il Cavaliere errante Gino e la Principessina Gina.
Devo ammettere che , circondata da tutto questo lampante mielismo, sono diventata una cantastorie romantica,tanto che i topini di cenerentola mi fanno un baffo.
Tenterò quindi di raccontarvi questa strana storia con una bella insalata di romanticismo ed ironia.

Era domenica mattina e l'autobus proveniente dalla Calabria ci stava riportando in un'afosa Roma. Contemporaneamente, un treno sfrecciante su rotaie roventi conduceva Gino nella stessa capitale.
Lungo il viaggio, ovviamente, l'autismo imperava. Lei si cullava nelle note del suo Ipod , guardando sfumare il paesaggio dal finestrino. Più che canzoni erano nenie: i Pooh , Finardi e gli Stadio scorrevano random in un viaggio di 7 lunghe ore.
Lui, accomunato dalla stessa passione per Gaetano Curreri, ascoltava di continuo "La faccia delle donne", pensando alla donna che in un solo giorno divenne "l'amica che potrebbe durare una vita, dove nel suo viso batte il sole, dove c'è tutto il mondo intero". Perchè lui è L'"Io che mi innamorerei".
Queste parole viaggiavano lungo le linee della Wind per giungere nel cellulare di Gina. E lei, lei "era da tempo che aspettava un uomo, che la ipotnizzasse anche solo con il suono".
Così, dalla Treccani, passarono a Sarabanda. Il loro cuore, così, senza accorgersene, batteva impaziente a ritmo di musica. E io non potevo che trasformarmi in Enrico Papi.
Il loro secondo incontro sarebbe davvero stato L'età dell'oro Virgiliana o si sarebbe trasformato in una tragedia greca???
Tanti, troppi interrogativi risuonavano nella loro testa, confusi, veloci, lapidanti.
Erano i sintomi palesi che stava accadendo qualcosa di chimico. Mi sentivo come l'alchimista di Coelho. Quando tentavo di scambiare due parole con Gina, lei sapeva rispondermi solo con canzoni d'amore.
Lui viaggiava senza cibo e senz'acqua, che lo rendevano un uomo pazzo. Era davvero il caldo o forse anche lui stava diventando pazzo d'amore???
Ormai tutto l'autobus conosceva la storia di Gino e Gina.
E così , finalmente, impaziente e scalciante, di fronte ad un tristissimo bar della Nomentana Gina vide Gino attenderla sotto il sole cocente.
Lei si fiondò fuori dal taxi. Il suo cuore era vicino all'infarto. Era il caldo, sì, ma l'aveva riconosciuto. Era lui, erano gli occhi che aveva visto un paio di giorni prima. Ormai aveva capito che erano inconfondibili.
" Oh Gino sento il carnevale entrare in me. E sento crescere la voglia, la pazzia
l'incoscienza e l'allegria di morir d'amore insieme a te"
"Oh Gina,Sei così sempre tu da togliermi il respiro". Nanananana
Eravamo punto e accapo. Avevo voglia di trasformarmi in un menestrello. Pigliare un mandolino e fare la serenata. Avevo di fronte a me Lilli e Il Vagabondo che si dividevano il piatto di spaghetti.
Beh poi tutti sappiamo come la città eterna riesca a creare quell'atmosfera magica.
Avevano solo 3 giorni da vivere. Lui, di giorno, come tutti i cavalieri che si rispettino, lottava per i suoi ideali all'agenzia delle dogane. Lei, si perdeva nei meandri della filosofia estetica. La somma Gina + filosofia soggettivistica + amore è un concentrato esplosivo, che nella notte scoppiava in momenti infiniti trascorsi con il suo principe dagli occhi blu.
Erano solo loro e il cielo in una stanza.
"Quando sei qui con me questa stanza non ha più pareti, ma alberi, alberi infiniti.quando sei qui vicino a me questo soffitto viola no, non esiste più."
"Io vedo il cielo sopra noi che restiamo qui abbandonati come se non ci fosse più
niente, più niente al mondo".
Abbracciati, sotto il tetto del cielo stellato romano, sentivano la loro armonica e si raccontavano Alice nel Paese delle Meraviglie .
E vi giuro che non avevano nemmeno fumato!
Ma quelle notti, che loro volevano durassero all'infinito, trovarono la loro fine momentanea.
A casa di Gina giunse un imprevisto. Arrivò il Pater Familias. E, se siete appassionati di fiabe, bè, sapete che l'intreccio prevede sempre che tutti i Re siano molto gelosi della loro Principessa. A Lancillotto questa volta non sarebbe bastato il vestito e la cravatta. Per affrontare Re Gini avrebbe dovuto sfilare Excalibur e sconfiggere il drago doganiere.
Un fazzoletto bianco vola ancora sopra la stazione Tiburtina, dove a mezzanotte un autobus di profughi e operai diretti ai campi di fragole, partì per ricondurre Gino nella sua terra natìa.
Ora Gino e Gina vivono nei loro reciproci infiniti, nel loro reciproco autismo, in attesa che il destino tracci la loro strada.
Tutto il resto sono emozioni, che io non posso raccontarvi, perchè sono solo dentro di loro e il mio ruolo è solo quello di cantar delle storie...

Però , da testimone di questa strana fiaba, voglio dedicare queste parole ai due protagonisti, come mia benedizione. Sono parole che ho scritto direttamente a Gina,
perchè l'unica cosa che so fare è scrivere. Non sono capace di pronunciarle verbalmente, perchè il mio cuore stride e ride e perchè anche noi Giullari di Corte, a volte, ci commuoviamo.

E vissero (per ora) felici e contenti



A Gina e Gino
Ho visto la tua paura prima, tutti quegli interrogativi che risuonavano nella tua testa. Ho visto i tuoi occhi spauriti, che non sapevano su cosa avrebbero poggiato il loro sguardo. Ho visto l'ansia, l'attesa, la speranza, la curiosità. Ho visto quel flusso di emozioni che scorrevano senza spiegazione dentro di te. Emozioni lontane che il tuo cuore sempre così pronto non ricordava. No, non ricordava cosa significasse battere all'impazzata davvero,per condurti in un mondo alienato dove c'eravate solo tu e lui, l'uomo misterioso capitato così per caso, come spesso la vita coi suoi dispetti fa accadere.
Poi ho visto il sorriso del vostro primo sguardo. E c'era una luce accecante che vi circondava. Era palese, era pura. Ho visto gli occhi negli occhi. Ho visto le vostre mani sfiorarsi con incertezza e voglia. Osservavo i più piccoli dettagli. Ho visto poi quelle mani stringersi con più sicurezza. Ho visto quel bacio, quasi rubato. Quel bacio al chiaro di luna, di fronte al mare, che esplodeva.
Ho visto la voglia, la pazzia, l'incoscienza,l'allegria.
Ho visto Lui e Lei,incontrarsi nel giorno mentre la città d'attorno sembra nuova;riscoprire le cose che credevano perdute nella noia.Tutto il piacere di sentirsi chiedere la propria breve vita, a frase conosciuta, la storia già narrata.
Vi ho visti leggere i poeti che nessuno al mondo poi leggerà mai e riempire di sospiri lunghe pause di pensieri mentre il suono del silenzio li accompagna...

Beh...il mio , di cuore, di fronte a tutto ciò, ha pianto, di gioia e di dolore. Ha ricordato cosa significasse innamorarsi.
Dream on, dream on, amica mia.
Gino, hai tutta la mia stima per il rispetto che hai dimostrato. Hai tutta la mia approvazione per il comportamento e il ragionamento che hai manifestato.
Io , dal mio canto, grazie a questa vostra favola ho capito che "Se cerco l'amore vero prima devo stancarmi degli amori mediocri"...

26 commenti:

Gino Pilotino ha detto...

Potrei scrivere dicei, cento, mille e più parole di elogio, commozione, gioia e felicità per quanto sei in gradi di creare...O decidere di querelarti per la ridicola e assurda persona che mi fai diventare nei tuoi racconti, anche se ciò che mi fa paura è che nella realtà mi sento proprio così...

Dico solo una cosa...Che Iddio benedica i log-in, Bill gates, la tecnologia e il butterfly effect...

Dai Gina, ora tocca a te...Stavolta
io sopra e tu sotto...ahahahahahahahahaha.......

emy insalatissime ha detto...

caro gino, bè, innazitutto non puoi querelarmi perchè qui è tutto anonimo :P Seconda cosa, ammetti e riconosci che ho raccontato il vostro strano incontro con dolci parole, anche se ironiche...d'altronde c'è scritto, io sono solo una cantastorie, che sa che l'amore è anche un po' ridicolo, ma alla fin fine è bello così. Quindi ridete da bravi pazzi di questa strana storia depositata in quest'antologia tecnologica e assaporate, gustate e sfiorate tutte le emozioni rare che stave provando in questo momento!
Che la pace sia con voi.

emy insalatissime ha detto...

il mio commento è tra parentesi, perchè non voglio ASSOLUTAMENTE stare in mezzo anche al vostro kamasutra virtuale. Fate finta che io non ci sia...e che sia il Grillo Parlante ahahah

Gino Pilotino ha detto...

Carissima insalatissima,
te lo devo proprio dire, sei un'insalata buonissima che sono sicuro troverà presto il migliore dei condimenti, quel quid che renderà il tuo gusto ancor più incredibilmente saporito...Anche se al sol pensare a quale assurdo miscuglio di aromi e ingredienti si potrebbe formare, un brivido gelido mi percuote la schiena.. :):):):):)

Che questa piacevole e rara forma di follia continui ad albergare per sempre dentro di te...

emy insalatissime ha detto...

Grazie mille Cavaliere errante, se conosci qualche giullare che potrebbe fare un duetto con me, sai già che devi presentarmelo all'istante!!! E , oltre alla follia, speriamo che ANCHE LA FORZA SIA CON ME!

Ma piuttosto..questo vostro kamasutra è 1 po' lento..sembra un film porno polacco. Gina perchè cazzarola non commenti ancora???!!! Muoviti che io ormai son già troppo in mezzo qui e non voglio creare intrecci sgraditi ahahahah

gin pilotin ha detto...

Emy, è ovvio che non appena individuerò il pinzimonio che riterrò
tanto adeagutao quanto coraggioso per la situazione, te lo spargerò su tutte le foglie...

Gina mi stai deludendo...Cos'è già iniziamo con le scuse tipo ho mal di testa, ho mal di stomaco, ho l'otite, ho una paresi alle orecchie, ho tifo paratifo e colera, stasera non mi va, devo alzarmi presto, etc. etc. etc.
Ma che razza di figura mi fai fare?

emy insalatissime ha detto...

Oddio non vorrei che i commenti di questo post si trasformassero nel Triangolo di Renato Zero...Ginooo chiama qualche bel maioneso saporito che si aggiunga a questi commenti, altro che pinzimonio!!! Poi mi rimane fame :P E così poi almeno siamo in 4...e non mi sento in colpa ahahaha

Gino Pilotino ha detto...

A sto punto, altro che condimento ti porto..Visto che sei un'insalata, accompagnamento naturale potrebbe essere una bella fiorentina, o una bistecca di manzo o di maiale :):P..

lei faccia l'ordinazione, io provvederò a vedere cosa offre la mia personale provvista di alimenti:)

Gina?????? Ma che stai a fa a frascicona? anvedi a questa ao...ma che stai a parlà co er zucchina?o er patata?

emy insalatissime ha detto...

ehm Gino ti devo svelare la verità...io sono 1 portatrice sana di eterosessualità convinta..quindi + che una bella fiorentina o una bella bistecca, direi proprio direttamente un bel MANZO o un bel FIORENTINO!! un bel maiale, bè, ecco, non sarebbe malaccio ma poi rimane pesante e fa ingrassare ahahahah...ma andrebbe bene anche un bel panzerotto pugliese, un bufalo campano, un cannolo siciliano...insomma vedi tu come poter condire l'insalata...ma mi raccomando raccomandagli la giusta dose di sale e di pepe!!! Ah e poi digli che se vuole so trasformarmi anche in una lasagna! :D

emy insalatissime ha detto...

Gina tu sei arrivata già all'abbiocco post pranzo??? O_O

Gino Pilotino ha detto...

basta che non mi chiedi un risotto alla cantonese o un goulash ungherese
o fish and chips..non per altro, ma oltre al cavaliere errante che va a cento all'ora per tutta l'italia, se mi trasformassi anche in un commesso alimentare in giro per il mondo, credo proprio che la mia vita subirebbe una sensibile ed inevitabile riduzione in termini temporali:):):):):)

emy insalatissime ha detto...

No no, io credo che la cucina italiana sia sempre la migliore!!!!
Ma Ginaaaa RESUSCITALA ti prego,solo tu sei in grado di farlo..è scomparsa nell'etere O_O

Gino Pilotino ha detto...

Vorrei tanto farla resuscitare, capire e sapere che fine ha fatto o se è già volata via come il fumo di una sigaretta...Ma forse è scappata volontariamente nell'etere per prolungare all'infinito questo momento..e chi sono io per farla tornare sulla Terra..La lascerò lì dov'è ancora per un pò..Poi però se non si decide a scendere la vado a prendere per i capelli!!! :):):):):)

gina ha detto...

Ragazzi scusate il ritardo, stavo scrivendo una risposta per gino sul mio blog ma è giunta la mia coinqui per raccontarmi la sua vita e i tempi di composizione si sono raddoppiati.
Quì ancora nn si parla di coppie e già si accenna ai triangoli.
Siete terribili.
Gino ti ordino di volare sul mio blog e di non monopolizzarmi l'amica.
Insalata prima o poi ti lascerò un commento degno di nota, adesso non sono ispirata. Ti ordino di tornare a studiare e di non monopolizzarmi gino.
Sia fatta la mia volontà in omnia secula seculorum.
Amen

Gino Pilotino ha detto...

hai visto insalata...neanche il tempo che il fazzoletto bianco si posi per terra che già arrivano ordini e pretese a destra e a manca...povero pilotino...:)

gino ha detto...

Stante così le cose andate e moltiplicatevi...io mi raso a zero i capelli e ritorno nell'etere.

emy insalatissime ha detto...

aahahah cosa est studiare?? i don't know...e comunque gina sei diventata acida per colpa dello strip poker!!
Gino ho composto pure uno stornello sul vostro anello uahahah

Gina ha detto...

Gina e Gino sono ormai la stessa cosa è il mio subconscio che l'ha deciso facendomi firmare a suo nome il post precedente.

Gino Pilotino ha detto...

So solo che sto per impazzire completamente..Gino, Gina, il cavaliere errante, il manzo, l'etere, gli stornelli, i capelli a zero, lo sdoppiamento di personalità di Gina, i condimenti, le fragole e tutto il resto..Ma per chi mi avete preso?Che già mezzo cervello era andato, ora mi gioco gli ultimi neuroni e poi?

p.s. Dai Gina non fare così, non tagliarti i capelli...Su, fai la brava..:)

emy insalatissime ha detto...

Gina è diventata arancione. Ari krishna. questo è troppo.

Gina Sansone ha perso la forza tagliandosi i capelli. ha detto...

Io penso che questo trio non sia utile ai nostri personali equilibri già vacillanti.
Abdico verso nuovi manicomi sanza 'nfamia e sanza loda e senza capelli.

Lady Cocca ha detto...

uh signur che roba!

LA CONIGLIA ha detto...

giuro che non ci ho capito 'na mazza...tutto troppo involtolato! Chicc non ti infilare in un triangolo mih!!! smak :)

bdp ha detto...

il post è bello ma...i commenti sono fantastici! :D

fata ha detto...

che avventura leggere tutti sti commenti... nn li conosco i cari gini ma già sn entrati nel vortice delle mie preferenze in simpatia!!!


emi tu sei sempre la mejo!!!che sia chiaro...:)

Anonimo ha detto...

Un giorno forse ti accorgerai che oggi ti ho pensato...e che non ho dimenticato...


Mi introduco furtivamente in questo spazio nonostante possa immaginare che la padrona di casa non gradirebbe più la mia presenza...forse sbaglio, ma se le amiche sono unite nella gioia e nella sofferenza, beh, non posso che pensare che - a giusta ragione dovrei dire:( - non sono proprio la persona più accetta qui...ma due cose mi inducono a voler lasciare un pensiero...mi arrogo la presunzione di essere legittimato a farlo visto che sono uno dei "protagonisti" e - soprattutto - ormai chi verrà più a dare un'occhiata ad un post andato ormai in soffitta, seppellito da decine di altri interventi...
La mia segreta speranza è, pertanto, quella che ciò che sto scrivendo non venga mai letto da nessuno, anzi diciamo che sono sicuro che nessuno mai leggerà, e questo mi tranquillizza perchè forse è giusto così...
E' passato esattamente un anno...Cazzo Gina, come al solito dentro ho migliaia di cose che fanno a gara per chi vorrebbe uscire prima, ed è proprio per questo che l'intasamento che si crea mi impedisce di dire alcunchè di sensato...
Mi dispiace che Gino Pilotino non sia mai stato davvero in grado in tutto questo tempo di tener fede alle aspettative sperate in quel giorno in cui correva a cento all'ora verso di te...
Essere innamorati di qualcuno purtroppo a volte non corrisponde a starci insieme, a poterci stare insieme, perchè a volte non si riesce a lasciarsi andare...E si resta innamorati della persona mentre si continua a tentare di mettere ordine nella propria vita...E non si può pretendere che l'altra ti aspetti, nè si può pretendere che l'altra capisca...ma ti assicuro che si può essere innamorati e allo stesso tempo non essere ancora pronti a condividere la strada insieme...
Ciao Gina, se solo si potesse tornare indietro, rivivrei esattamente nello stesso modo tutte le meravigliose sensazioni che ho provato insieme a te in quei giorni magici...E che ho provato ancora fino a pochi giorni fa quando eravamo insieme...E che sono sicuro continuerei e continuerò a provare...

Emy, se mai leggerai questo messaggio, non avercela con me... Forse sei rimasta delusa dal sottoscritto, ma ... vabbè non importa...

Gino Pilotino

...
Non ci credere a chi ti dice che
Che vivo bene, che sto bene senza te
Non passa istante che non sei il mio primo pensiero
lo faccio come fossi qui ancora con me
Se io mi volto tu ci sei, io riesco a parlarti
E so che mi senti anche da lì
E che mi vuoi ancora, che mi vuoi ancora
Che mi vuoi ancora
Come io voglio te
E se è vero che sogno ancora e solo te
Dimmi tu perchè adesso noi stiamo lontani
Non ci credere a chi ti dice che
Che vivo bene, che sto bene senza te...
Non passa istante che non sei il mio primo pensiero
lo faccio come fossi qui ancora con me
Se io mi volto tu ci sei, io riesco a parlarti
E so che mi senti anche da lì
E che mi vuoi ancora, che mi vuoi ancora
Che mi vuoi ancora
Come io voglio te

Non passa istante che non sei il mio primo pensiero
lo faccio come fossi qui ancora con me
Se io mi volto tu ci sei, io riesco a parlarti
E so che mi senti anche da lì
E che mi vuoi ancora, che mi vuoi ancora
Che mi vuoi ancora...