mercoledì 11 giugno 2008

Le affinità elettive



Gina in questo periodo si è fissata con Goethe. E' da 10 giorni che trascorre le sue giornate a leggere "Le affinità elettive". Ed io, appresso a lei, che ascolto che tutto succede, così sono preparata per quando lo leggerò anch'io.
Come vedete, le nostre giornate non sono sempre così spensierate, anzi, diciamo che non lo sono mai.
Ci ritroviamo spesso a macinare ricordi e speranze, dai quali ne nascono infiniti discorsi esistenziali.
Il tema "affinità elettive" inevitabilmente ha smosso in me un grosso macigno. I CCCP dicono che esse siano orfane di futuro. Bè sì, la realtà oggettiva sembra dimostrare quotidianamente questa triste verità. Ma io e Gina non apparteniamo alla categoria "donne abitanti il pianeta Terra" e quindi spesso preferiamo i nostri discorsi da endovena.
"Se pensi alla parola affinità elettiva cosa ti viene in mente???"
Mi vengono in mente tanti aggettivi, però in testa mi risuona solo LUI.
Si dice che ognuna di noi abbia un Mr Big, l'amore travagliato e infinito che percorre tutta la nostra vita e va al di là di tutti gli ostacoli.
La storia mia e di LUI è stata degna rivale di Beautiful. Anzi diciamo che non è mai stata realmente una storia. Avete presente le montagne russe???? Quel continuo su e giu che ti mette adrenalina ma allo stesso tempo ti fa venire la nausea??? Ecco, è stato tanto tempo così.
LUI è stato LUI. Non esiste altra definizione. E' stata la metà della mela, morsicata però. E' stato quella cascata di emozioni indecifrabili, insensate e infinite, che non riesci a spiegarti ma che vuoi solo vivere. Peccato che la sua idea era completamente diversa, anzi non si capiva quale fosse.
Emozioni talmente tanto insensate che se dovesse ricapitarmi un altro così, farebbe una brutta fine. Ma se dovesse ritornare LUI, prenderei la rincorsa e gli butterei le braccia al collo, per strozzarlo un pochino e farlo inginocchiare ai miei piedi. Però dopo lo prenderei per mano e ci scapperei per tutta Roma, come un tempo, che è durato quasi nulla, ma c'è stato.
Devo ammettere che ogni tanto mi manca terribilmente, nonostante tutto e nonostante il tempo abbia scemato i miei sentimenti.
Con Gina parlavamo del fatto di come sia strana l'empatia. Una persona può conoscerne tante altre potenzialmente compatibili, ma alle volte ci si accorge che nessuna regge il confronto con la metà della mela, che sia morsicata o meno.
E il bello di tutto ciò è quando pensi "Bohhh e questo da dove ne è uscito?? Perchè mi piace così tanto e non ci capisco + nulla???Oddio mi sono innamorata" E poi cammini per strada come un ebete con un sorriso a 357 denti che non ti rendi conto di avere ma che tutti gli altri percepiscono assieme ad una strana luce negli occhi.
Ma sappiamo tutti che le favole rimangono tali e la realtà spesso è ben diversa.
La metà della mela morsicata improvvisamente si è bevuta una Redbull ed è volata via. L'unica cosa che mi ha lasciato sono una valanga di ricordi, positivi e negativi.
E nelle giornate estive, quando fuori c'è una cappa grigia e 52 gradi all'ombra e mi deve venire il ciclo, LUI spesso è in cima alla scala delle seghe mentali. Dura 1 attimo, giusto il tempo di un lungo sospiro, poi viene sopraffatto da pensieri più venali tipo L'ORMONE che ispira sesso emmiodioquantèbello, tipo guardaquelloquantomelofarei etc etc.
Nelle notti di luna piena io e Gina torniamo però a vagare nei famosi campi del Tennessee a parlare del "nostro essere speciale di cui avere cura", consapevoli di essere un po' pesanti ma di avere ancora la fortuna di essere capaci di continuare a sognare. Poi, è ovvio che la maggior parte degli uomini normali di fronte ad una come me prende la fuga dopo nemmeno 5 minuti, ma alla fin fine so che esiste una metà della mela non morsicata e senza Redbull, che riuscirà a sopportarmi con i miei discorsi pesanti, i film di Kitano, Battiato e la sua Cura che gli dedicherò ogni 3 minuti, le mie pazzie, i miei sproloqui da MDMA e tutte queste fandonie.
E questa frase racchiude il succo di tutto questo discorso



Ci sono cose che il destino si propone ostinatamente. Invano gli attraversano la strada la ragione e la virtù, il dovere e tutto quello che c'è di più sacro: qualcosa deve accadere, che per lui è giusto, che a noi non sembra giusto; e possiamo comportarci come vogliamo, alla fine è lui che vince

9 commenti:

fata ha detto...

nessuno ha ancora commentato?uaooo.. sn la prima:D e nn so che dire perchè quello che hai scritto è vero.. e ho sempre qsto pensiero così profondamente utopistico e super romantico nei confronti dell'amore, ossia che esiste per ognuno di noi un essere speciale che ci completi, che sia la nostra metà in tutto e che sia così Big tanto da non poterne fare a meno..

cara emi,
anche per te ci sarà un LUI, un BIG che saprà completarti, che saprà renderti speciale ed unica al mondo,proprio come la volpe e il piccolo principe, che saprà avere cura di te...
arriva proprio quando tu nn lo sai.. e credimi, nn è per nulla banale e scontato ciò che dico.. anche se per alcuni può sembrare così.


Miii che sn romantica oggi!!!
TI VOGLIO BENE

Fata

Lady Cocca ha detto...

emy, mi hai riportata indietro di qualche mese.. al natale scorso..
:(

max-buck-office ha detto...

Sarà che il primo luglio vado in pensione ma mi sento in simbiosi con la tua home page. Sono rincoglionito oppure no?
Ciao

LaGina ha detto...

'usignur, la Cura di Battiato. Sono anni che mi rifiuto di ascoltarla, perchè appena inizia, mi parte il groppone con lacrima accessoria. è una delle più belle canzoni d'amore mai scritte, e ancora sono qui ad aspettare che qualcuno di notte me la canti sotto la finestra ...
Lo so, ho sempre saputo di essere UN POCHINO campata per aria ... però so essere realistica quando serve ... non c'è bisogno che me la canti sotto la finestra di notte, va bene anche in mezzo ad una piazza con un mazzo di rose rosse :D

bdp ha detto...

bellissima canzone e bellissimo post! per quanto, in genere, ti preferisca nella fase ironica/ sarcastica/ (apparentemente)spensierata, devo dire che in questo post un po' emo hai scritto delle cose stupende...
è davvero sempre un piacere leggerti :)

EmisFear ha detto...

Anche a me capita di ripensare a quella mela...

Ci siamo mangiati a vicenda un sacco di volte...negli ultimi ANNI...

Siamo passati dall'indigestione che incitava a fuggire l'uno dall'altra, alla crisi di astinenza che ci faceva saltare mari, monti e problemi (sempre irrisolti) per riprenderci...

E ora? Noooo...ora basta...ora le mele sono finite...per sempre...(?)

Ecco vedi?!? So già che stanotte avrò gli incubi...proprio alla vigilia del mio compleanno... :'(

Ahahaha....

Anonimo ha detto...

Mi sento chiamata in causa in qualità di ebete che cammina e non solo...
Ottilia ed Edoardo sono morti.
Non appena trovo l'ispirazione ti scrivo un contropost.
Ma hai visto percaso il signor Danti???

GINA

Anonimo ha detto...

AH QUASI DIMNTICAVO... DONDE STAS VICENTE MACIP??????
LO QUIERO MUCHO....
AHAHAHAHAH

SEMPRE GINA!

Pupottina ha detto...

ciao cara emi insalatissima di pollon, la mia TDF ha il concorso lunedì... per ora è ancora qui ni giro a fare guai... oggi bbiamo quasi litigato perché è il mio onomastico e lei non trova 5 minuti per venire a prendere un pezzo di torta... ma devo assecondarla perché so che è un periodo in cui sta male...lei mi aiuterebbe se io fossi dispersa... almeno coltivo questa speranza...bye bye e buon weekend... smack