lunedì 10 marzo 2008

LA D-E-V-A-S-T-A-Z-I-O-N-E




PER LA LETTURA DI QUESTO POST è OBBLIGATORIO L'ASCOLTO DEL VIDEO QUI SOPRA, SE NO NON RENDE

Come si suol dire in questi casi:"Ora posso anche morire!".
Sono reduce dal paradiso terrestre. In questo weekend mi sono proprio devastata alla ricerca del puro Nirvana, riuscendoci quasi se non fosse per quel "piccolo pelino"mancante che avrebbe reso il tutto perfettamente estatico.
Sabato sera mi sono completamente trasformata. Stavo nel mio regno: alle fraschette di Ariccia. Per chi non conosce questo luogo beato, trattasi di un piccolo paesino dei Castelli Romani, famoso per la sua cucina casareccia e il vino molto "alla buona" in quantità industriali. Usanza vuole che si vada in vere e proprie osterie e con una modica cifra ci si abbuffi letteralmente di cibo e di vino.
Immaginatevi me, sempre equlibrata nell'alimentazione, che potevo finalmente dar sfogo a tutta la mia ingordigia innata. Proprio un animale senza contegno e ritegno.
Ero circondata da cibo. Soprattutto da cibo grasso, unto, ipercondito, bello invitante con tutta quella ciccia . Non capivo più niente. Vedevo cibo da ogni parte e non riuscivo a non liberare il mio istinto passionale. Ad un certo punto ho focalizzato la situazione : davanti a me due piatti traboccanti e una bottiglia di vino, alla mia sinistra un vassoio di salumi, alla mia destra un vassoio di porchetta, trasversalmente 12 bruschette. Tutto il mio corpo era in festa. Sembravo una reduce del 15-18. Giusto per fare un esempio, ad un certo punto Nives ingenuamente chiede chi avesse voluto anche il primo. Immediatamente si sente la mia voce gridare:"IO SIIIIIIII" in preda ad un attacco di smania golosa e di incontenibile ingordigia senza fine. Guardavo quelle bontà e i piatti di fronte a me assorta in una vera e propria contemplazione e dentro di me pensavo che alla fin fine dietro tutti i miei tentativi di diventare un'artista, ho una natura propriamente casereccia e spartana. Mi basta mangiare bene, bere bene, smaltire bene, dormire bene e sono felice. Infatti ieri è mancato lo smaltimento, di conseguenza il dormire bene e oggi ero completamente in stato vegetativo.
Ma penso che chiunque lo sarebbe stato dopo aver mangiato PORCHETTA, PROSCIUTTO CRUDO, SALAME PICCANTE, SALAME NORMALE, SALSICCIA SECCA, SALSICCIA AL SUGO, SALSICCIA PICCANTE, FORMAGGI DI TUTTI I TIPI, MOZZARELLA DI BUFALA, BRUSCHETTE, FRITTATA, CARCIOFINI, MELANZANE, AGRETTI, PAPPARDELLE AL CINGHIALE, FETTUCCINE AI PORCINI , CIAMBELLE E UN NUMERO NON QUANTIFICATO DI VINO ROSSO. Presumo che fosse almeno un litro. Poi di quelli che vanno giu giu velocemente e poi salgono su immediatamente. Tipo quei razzi del lunapark. Ero enorme ma felice. Parevo bombolo ma avevo gli occhi a cuoricino e il sorriso stampato in faccia. Forse era anche merito del vino, ma soprattutto era grazie al soddisfacimento dei miei sensi primordiali che mi dominano. E' inutile. Io quando assaporo una mozzarella di bufala ad esempio, godo proprio. Figuriamoci che tutto è stato ieri per me. Vi giuro che era paragonabile ad un orgasmo multiplo. Una vera e propria esplosione dei sensi e del bottone dei miei pantaloni.
Stamattina, poi, soddisfatta di questo momento di gloria, mentre vegetavo inconscia per casa, tanto mi sentivo abnorme e infinitamente nutrita che ho deciso di entrare in stato di pura quaresima e mangiare solo vegetali e frutta per l'intera giornata.
Secondo voi ci sono riuscita??? Una che la settimana prima andava avanti a marmellate??? Assolutamente no. E' arrivato il mio ex marito Gaetano che mi ha portato un vassoio di pasticcini e in più sono pure andata a farmi l'aperitivo no-stop. Saputo dei pasticcini mi sono detta:"No , no , io non ce la faccio, li regalo ma anche i pasticcini proprio no, siamo matti?? Poi devono farmi la lavanda gastrica!" Appena aperto il vassoio, purtroppo, un raptus ha coinvolto le mie mani che non sono riuscite a fermarsi e quindi ecco che inconsapevole ho azzannato un mini cannolo. Arrivata all'aperitivo mi sono detta:"No, no, smangiucchio giusto qualcosina tanto per nutrirmi ma mi ci manca pure l'aperitivo stasera".
Ovviamente, le ultime parole famose, eravamo circondate da 10 piatti colmi di cose ovviamente ultracaloriche il tutto accompagnato mica da acqua naturale, ma da una bottiglia di Traminer.
Tornata a casa sempre più simile a Cicciabomba, in preda a infiniti rutti ai peperoni, vittima del bicarbonato di sodio come elemento essenziale per la sopravvivenza, che ho fatto??? Mi sono mangiata un altro pasticcino.
Sono veramente esterrefatta di me stessa. Sono veramente incontenibile e incommensurabilmente capace di perdere ogni capacità razionale e di controllo di fronte a ciò che mi piace. Da domani però GIURO SOLENNEMENTE che per una settimana non tocco carboidrati, dolci vietati assolutamente e fino a pasqua mi trattengo e inizio la mia purificazione se voglio che l'Alitalia non mi lasci a Fiumicino perchè sovraccarico troppo l'aereo per arrivare fino alle spiagge caraibiche.
Testuali parole che cito qui e chiunque mi veda o sappia che ho sgarrato anche minimamente, è autorizzato ad insultarmi e punirmi severamente. Se c'è qualcuno inoltre molto figo, molto affascinante, molto intelligente, molto simpatico e anche molto ..., che vuole farmi smaltire piacevolmente tutto ciò che ho accumulato in questi giorni, in preda a raptus dovuti forse a carenza di affetto, è sempre ben accetto. Ecco, non mi smentisco mai.
Ah, giusto per aggiungere la ciliegina sulla torta: mi sono appena abbonata a Skytv. Ci mancava solo questo e la mia vita ora è perfettamente uguale a quella di Homer Simpson. Che bella immagine soave per una fanciulla!
E ora...cantate tutti in coro assieme a me...

Guarda che sole ch'è sortito, Nannì
che profumo de viole, de garofoli e panzè,
com'è tutto 'n paradiso, li Castelli so' così.
Guarda Frascati ch'è tutto un soriso,
'na delizia, 'n'amore, 'na bellezza da incantà.

Lo vedi, ecco Marino,
la sagra c'è dell'uva,
fontane che danno vino,
quant'abbondanza c'è;
appresso viè Genzano
co'r pittoresco Arbano;
su viette a divertì,
Nannì, Nannì.

Là c'è l'Ariccia, più giù c'è Castello
ch'è davvero 'n gioiello co' quer lago da incantà;
e de fragole 'n profumo solo a Nemi poi sentì:
sotto quer lago un mistero ce sta,
de Tibberio le navi so' l'antica civirtà.


So mejo de lo sciampagna
li vini de 'ste vigne
ce fanno la cuccagna
dar tempo de Noè;
li prati a tutto spiano
so' frutte vign'e grano:
s'annamo a mette lì,
Nannì, Nannì.

E' sera, e già le stelle
ce fanno 'n manto d'oro,
e le velletranelle se mettono a cantà;
se sente 'no stornello
risponne un ritornello:
che coro, viè' a sentì,
Nannì, Nannì,
che coro, viè' a sentì,
Nannì, Nannì.

6 commenti:

CG ha detto...

Nulla di ciò che non avrei fatto io!!

LA CONIGLIA ha detto...

Tesoro, come vieni qui ti tengo a stecchetto! Niene te crepes, niente salsiccia, niente di niente! Che mi devi tornare dai caraibi con un book fotografico degno i un figurino di moda!
E poi prendiamo le foto tue e mie e andiamo a proporci da qualcuno di importante...che ne dici?

francesca ha detto...

mimmi..ahi!!! come ti capisco...lo sai.........ti dico solo che mio padre si è presentato a casa di ritorno da Palermo con un vassoio ricolmo di paradisiaci cannoli...perfetti...ho provato in tutti i modi a resistere, ma il loro richiamo era un canto da sirene. Se ti ci metti anche tu con riferimenti ad orge di cibo
come faccio a disintossicarmi?

Simo* ha detto...

Ho letto tutto il tuo post con in sottofondo la musica del video: mi è sembrato di stare lì ai castelli romani. Penso di essere ingrassata anche un pochino :)
Una settimana di verdure, frutta e petti di pollo alla piastra e tutto si risolve!

Ciao
Simo*

Mat ha detto...

ma che cosae bbbbbbbuone!!!!!!

anche io volere!!!

hai conservato qualcosina anche x me emy??

Anonimo ha detto...

In effetti sabato notte eri piuttosto euforica..e capisco perchè!!
Laura