martedì 29 gennaio 2008

Il tempo dei meloni andati



L'altra sera ero impegnata in una delle tante seratine alla No Sex in the city con le mie amiche e Nives mi ha passato il manuale della nostra vita sentimentale, ovvero il libro Sdraiami.
Tornata a casa, dopo che il mio guru Carrie ci aveva allietate un pochino, mi metto subito a leggerlo.
Mentre ridevo da sola come una deficiente, arrivo ad un punto del libro dove l'autrice racconta del suo primo amore ai tempi delle medie.
Zaaaac ecco che alla mente riafforano tutti quei ricordi su un periodaccio pessimo . Ormai,però, visto a posteriori dopo 10 anni sembra davvero tanto buffo.
Alle medie ero il classico cesso. Senza mezze misure proprio. Si sa che a 12 anni o una sembra una bambolina o è nella fase di transizione semiuomo-donna. Io appartenevo proprio alla categoria della mutazione genetica.
Ovviamente avevo l'apparecchio ai denti, i baffi, i sopracciglioni e mi vestivo come un maschiaccio. Ai miei tempi si usava una moda orripilante ma io andavo matta per quei camicioni di lana a quadri, i jeans levi's 101 dritti e le doctor marten's che pesavano 107 kg e mi facevano camminare come un cowboy che si trascinava per strada.
Mia madre mi conciava i capelli in un modo terrificante. Premettiamo che io non ho dei capelli, ma un nido di vespe uniforme che mi fa sembrare un incrocio tra Battisti, Branduardi e Ivano dei cugini di campagna. Aggiungiamoci che gli ormoni già a quell'età andavano per i cazzi loro , rendendo i miei capelli isterici come la padrona. Quindi per aggiungere la ciliegina sulla torta, mia madre me li raccoglieva in una folta coda di cavallo bassa, che mi trasformava da semi-uomo ad un semi-mocio vileda usato e consumato. La fase della ciccia e del peso abbondante iniziò un paio d'anni dopo, ma già a 12 anni avevo la 2°abbondante di seno, mentre la maggior parte delle mie compagne potevano essere usate per surfare in california. Peccato che a 12 anni i miei compagni di classe preferissero la versione barbie non-sviluppata e non avevo ancora capito il grande dono che Natura mi aveva fatto.
Quindi, mentre tutti limonavano allegramente, io stavo lì a guardare piangendo a dirotto perchè nessuno mi si filava e gridando al mondo che volevo affettarmi le tette.
Ma già dalla tenera età avevo capito quanto il genere maschile fosse a volte terribilmente stronzo. I miei compagni di classe erano delle piccole testine di cavolfiore. In pieno periodo "Titanic" bastava che uno avesse un riflesso biondo e tutte le bambine lo paragonavano a Leonardo di Caprio. Ma solo ora mi accorgo che nessuno di loro aveva nemmeno l'unghia del mignolo sinistro di Di Caprio. Però , bastava che tu bambina fossi bionda e tu bambino fossi biondo, che limonavi in allegria. Io ovviamente ero più nera di una kenyota, quindi la mia sorte era quella di sognare e basta.
Tutte le mie amiche leggevano Top Girl o Cioè, io invece no. Mia madre diceva che era diseducativo, sottovalutando il fatto che venivo comunque a sapere cosa fosse un pompino e come si facessero i bambini. Anzi, la proibizione mi incuriosiva ancora di più. Mentre gli altri sperimentavano, io raccoglievo informazioni teoriche.
Ero circondata da miliardi di bambini e bambine pestiferi figli di papà che mi esortavano a scavarmi una fossa e sotterrarmici sotto perchè non ero bionda e non avevo gli occhi azzurri. Le notti sognavo lingue muoversi, travolta dalla curiosità di come fosse limonare. Era davvero come una centrifuga o come una cosa viscida come dicevano le mie amiche??? Ma io non potevo saperlo, perchè nelle classifiche ero sempre tra le ultime.
Insomma, lo ammetto, ero la classica cessa sfigata che si vede nei film.
Infatti, ehm, diciamo che sono stata un po' tardiva . La consapevolezza che avessi a disposizione due armi potentissime affiorò in età più avanzata. Oddio poi mi ha fatto recuperare abbastanza, però inizialmente mi ha fatto soffrire grandi pene.
Si può dire che non ho vissuto il tempo delle mele, ma il tempo dei meloni andati!!

11 commenti:

Mafalda ha detto...

senti ... ma com'è che io sono bionda e c'ho pure gli occhi azzurri ma il periodo delle medie è stato il più straziante mai vissuto?

Meloni marci pure per me ... a profusione ... ufff!

Simo* ha detto...

Mi sa che il periodo delle medie è stato duro un po' per tutte. Io ero magra, alta, piatta e con i capelli dalla forma indefinita. Gli occhiali da vista poi non aiutavano per niente.
Meno male che si cresce, si cambia e più si va avanti con gli anni, si migliora. :)
Simo*

LA CONIGLIA ha detto...

Io ero biondina. Ero piattissima. Ma non limonavo. Mi sa che ci volevano anche gli occhi azzurri, ma la mafy dice di no...ma cosa diavolo bisognava fare per limonare da adolescenti???

Inenarrabile ha detto...

A dodici anni ero uno spaghetto, il seno è fiorito dopo rispetto alle mie compagne più grandi di un anno, ma veniva prontamente nascosto da maglioni larghi e lunghi che nascondessero la magrezza.
Non avevo un ragazzo ma non me ne fregava poi tanto, anche perché i miei compagni erano anche loro nella fase cessa della loro vita, anzi, azzarderei che lo erano almeno tre volte più di me.

Maurizia ha detto...

Come ti capisco!!
Io avevo apparecchio, occhiali,dei capilli nè ricci nè lisci,che sono poi rimasti, una frangia (ma non piastrata!!), una cosa orrenda...in più come te già sviluppata, ma mi vergognavo troppo!!
uno strazio...

p.s. Ditemi come rintracciare 'sto benedetto Dr. Martens, che ci ha costretto a fare palestra con gli stivali!!

Anonimo ha detto...

Io alle medie avevo le sesse dimensioni di geppi cucciari, ovvero ero la tipica bellezza sarda: avevo le stesse fattezz di un nuraghe ..I capelli..ma ne vogliamo parlare? Meglio di no, anche perchè son sempre uguali..quindi caliamo un velo.. Mai stata bionda. I baffi, quei cosi neri che mi facevano somigliare a gatto silvestro e che i miei dicevano "ma se neppure si vedono"?? Un ombra sul labbro superiore.. OMBRA!! Si stava per scatenare un diluvio da quant'era buio li sopra! Niente gonne, che erano bandite anche dall'anticamera del mio cervello.. Brufoli come ogni brava adolescente, anche se mi hanno riparmiata l'acne devastante.. E anche io sognavo tanto di limonare.. mi sembrava' un utopia.. Si e comunque, sono stati i 3anni peggiori degli ultimi 23-laura-.

patty ha detto...

beh, mi sa che le medie siano x eccellenza il periodo + cesso della vita di tutti, non ho ancora trovato UNO che in una foto delle medie apparisse x lo meno DECENTE!!!!con quei maglioni/felpone fino alle ginocchia, dei levi's 101 informi, o peggio LE PANTACALZE!!!!argh, io LE METTEVO!!!che orrore!!ma in + ho anche vissuto il TRAUMA degli anfibi, xchè come tutti i miei compagni li volevo, peccato che avessi (ed abbia ancora)dei piedi supersfigati che si riempivano di vesciche e non potevo portarli!!:(
il settore "limonate"poi non serve nemmeno citarlo xchè come si è capito era lontano da me anni luce, ma c'è di peggio:xchè ero talmente indietro mentalmente che manco me ne fregava!!anzi, l'idea mi faceva pure senso...ma d'altronde in sto campo son sempre stata 1po tarda...

ROXI B-Mora fanclub ha detto...

Io ho 15 e vi dico che l'adolescenza è una brutta bestia! Il tempo delle medie è stato straziante, molto ma molto difficile da affrontare...Fortunatamente ora le cose si sono aggiustate! Spero! = )

Comunque ciao, sono Roxi, una fan sfegatata dei B-Mora. Come, non conosci i B-Mora? Allora vieni a conoscerli sul mio blog. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi della loro musica!!!!!

Ciao e buona musica!!

Nives ha detto...

Il periodo delle medie è stato infernale anche per me: cicciona, con i capelli a mo' di nido di chiurlo e con già la terza di seno, non reggevo al confronto con le magre e biondicce compagne di classe..per non parlare dei maglioni passati da mia cugina a me, orripilanti, celesti con disegni di montagne innevate e bambini zompettanti nonchè colletti abnormi di camicie bianche che spuntavano da sotto il maglione..ma poi, io il mio primo fidanzato delle medie non me lo sono mica baciato! Mi ha chiesto se volevo mettermi con lui 2 secondi dopo essere stato scaricato dalla biondina di turno. MALEDETTA FESTA DELLE MEDIE!!!

mata ha detto...

già.. io anche sono qui..ma nn ti racconto le mie disgrazie da adolescente,brutta,riccia,col culone(quello tuttora).. sarei ripetitiva..ma ricordo che mi piaceva un tipo sfigatissimo che aveva il Ciao (te lo ricordi???,passava sempre sotto casa mia..peccato che nn era per me ma per la mia amica piattissima e magrissima!cazzo ma la bellezza conta così tanto?adolescente o non..credo di si! un bacino magica emi!

Mat ha detto...

io non mi ricordo neanche se le ho fatte le scuole medie!!
muhahahahahaha