mercoledì 16 aprile 2008

Insalata pre-esotica



Ecco, ora so che mi arriveranno valanghe di maledicenze e malauguri.
Come alcuni di voi sanno, a breve (si spera proprio tra 7 giorni) partirò alla volta dei Caraibi.
Dopo mesi insulsi e mesi impegnati nello scoprire la causa dei miei mali (che è risultata un'APPENDICITE CRONICA), mi merito proprio una di quelle vacanze relax in spiagge da sogno, ma soprattutto lontano, molto lontano.
Così, dopo aver trovato un'offerta imperdibile, la mia family ha prenotato questa settimana dove ognuno di noi sarà concentrato solo nell'abbronzarsi.
Il luogo preciso non si sa ancora. Le mete possibili sono 5: Cuba, Messico, Santo Domingo, Honduras e Jamaica.
L'altro giorno a cena si parlava , appunto, della preparazione al viaggio.
Mio padre inizia ad elencare le tante possibili attività che potremmo fare lì:

"Guarda, di sicuro ci faranno fare gite ed escursioni in posti bellissimi ad esplorare la flora e la fauna del luogo"

"No, ma secondo te io vado a rischiare di trovarmi serpenti velenosi, coccodrilli affamati, iguane lunghe 3 m e devo pure faticare per questo???"

"E allora pensa che potremmo fare snorkeling e vedere migliaia e migliaia di pesci"

"No, ma secondo te io vado a fare immersioni?? Non so usare nemmeno il boccaglio, figurati le bombole ad ossigeno!"

"E allora potremmo andare a fare gite in barca alla scoperta di calette deserte e sconosciute.."

"No, ma secondo te io vado a rischiare di incontrare squali, piragna e pesci strani pronti ad azzannare una mia coscia così allettante e carnosa???"

"SENTI, MA ALLORA CHE CAVOLO VUOI FARE ?"

"Nulla, appunto. Voglio abbronzarmi e rilassarmi!".

La moglie di mio padre era completamente d'accordo con me, lasciando mio padre perplesso e incredulo di fronte a cotanta pigrizia e voglia di ozio da parte di noi donne.
Le mie intenzioni, infatti, sono queste: Sveglia la mattina verso le 9-9.30. Colazione occidentale super abbondante. Costume, creme, cremine, oli , occhiali da sole, pareo e infradito e un paio d'ore sotto il sole con una panza da ippopotamo ma tanto, chissene frega, sono agli antipodi posso pure permettermelo! Dopodichè pranzo luculliano e riposino pomeridiano in stanza con aria condizionata e di nuovo un paio d'ore al mare, circondata da quiz per la patente e libri universitari che farò finta di leggere giusto per non sentirmi in colpa. Ogni tanto sbircerò l'orizzonte per vedere se vicino è presente qualche surfista meritevole che guarderò con bramosia indifferente sdraiata nel mio lettino. Finita la giornata marittima, doccia e restaurazione per la cena e serata. Ecco, ho un dubbio su come saranno le serate lì. Dubito di potermi lanciare in danze sfrenate dato che sono con la family e mio padre non credo che sia molto propenso ad andare a ballare. Essendo in un villaggio, molto probabilmente ci saranno solo famiglie con bambini, quindi possibilità di socializzazione meno di zero. L'unica cosa che potrebbe restarmi da fare è abbordare qualcuno dei suddetti surfisti in qualche chiosco , tanto sono sicura che mio padre capirebbe (uahahahaha). A seconda del luogo in cui andremo, poi, ci sarà la possibilità di ballare balli latino-americani. Come ho già detto in un altro post, io sono completamente la negazione del sesso nelle movenze latine. Sembro un platano lì piantato per decorazione. Però può darsi che qualche bel giovane latino riesca a sciogliermi con il suo bacino snodato , che non sarebbe affatto male.
Ora, dopo tutte queste ipotesi ad occhi aperti, la cosa paradossale è che ho appena visto le previsioni di questa settimana : su 5 posti sta diluviando in 4.
E nel caso quella stramaledettissima sfiga vorrà ancompagnarmi anche questa occasione più unica che rara, di tutto l'elenco fatto non ci sarà niente, ma dico, niente da fare. Ci resterà solo stare in albergo a guardare film al pc. E a quel punto giuro che al ritorno faccio scalo a Lourdes e imoloro pietà, perchè sarebbe l'ennesima situazione da barzelletta che quotidianamente accade alla mia vita!!

3 commenti:

LA CONIGLIA ha detto...

tesora spiacente doverti deludere su alcuni punti ma:
scordati sveglia alle nove e mezza: qui in italia saranno circa le 4-5-6 di sera e quindi il jet lag ti colpirà e se ti va bene per i primi tre gg ti svegli alle 6 del mattino, poi ti abitui e quando sei abituata devi già tornare. Il riposino ti conviene farlo in spiaggia. Considera che li ti sembrerà estate ma è comunque primavera e non ci sarà il sole fino alle nove di sera come qui in estate, quindi goditelo finchè c'è!!!
Nei villaggi non ci sono solo famiglie...dove ero io c'erano molti ragazzi, tutti francesi ma pur sempre ragazzi!!! quindi è probabile che qualcuno lo becchi anche :)
E...last but not the list...pioverà. Su quello ci puoi giurare! Ma se sei fortunata sarà solo in momenti inutili o comunque per un giorno solo...ma in questi posti evitare la pioggia è impossibile!!!

Mat ha detto...

emy, ma hai visto le previsioni???

hashahahahahahahahahha

Simo* ha detto...

Mat sei cattivissimo!!!

Emy divertiti, scatta tante foto, goditi il mare/la piscina e, sono sicurissima, farai una strage di cuori. Magari ti innamori di un bell'indigeno e ti trasferisci ai Caraibi!!
Baci