martedì 29 aprile 2008

La farmacia ambulante



Quando una è SFIGATA è normale consuetudine che le capitino fatti e sventure inauditi e assurdi proprio in prossimità degli eventi importanti.
E' proprio questione genetica. Quando devi affrontare qualcosa di urgente, improrogabile e importante è impensabile che ci arrivi in serenità e tranquillità.
Per forza devono capitarne di tutti i colori.
Prima degli esami,ma non il mese prima, due-tre giorni, qualcosa mi capita SEMPRE.
C'è stata l'influenza intestinale indistruttibile; c'è stato lo stramaledetto primo dente del giudizio che improvvisamente mi costrinse a due settimane di mutismo, distorsione facciale, grida disumane , ricerca di un dentista a Roma, che ovviamente si trovava dall'altra parte della città e mi costò quanto un viaggio alle Maldive.
Con quello pensavo di aver finito. E invece no. Siamai. Il giorno che qualcuno mi chiederà "Come stai?" e risponderò" In splendida forma, sto benissimo, mai stata meglio", esorterò tutti ad organizzare una conferenza stampa nazionale per comunicare il miracolo.
Era venerdì 25 aprile , giorno di festa, ciò significava che trovare una farmacia aperta era come trovare un ago in un pagliaio. Ad un certo punto, mentre ero proprio rilassata e non me l'aspettavo,
ecco che arriva l'infame secondo dente del giudizio.
Il presentimento che stavo avendo non era di certo dei migliori. L'unica parola che riuscivo a pronunciare era degna della Regina Elisabetta:"Cazzo, cazzo, cazzo , cazzo!", ripetuto un numero periodico di volte. Non era una richiesta di pietà ormonale primaverile. No, per una volta gli ormoni non c'entravano. Era un'esclamazione di bestemmia anche in kazakistanese. E credo che anche la suddetta Regina Elisabetta, in un momento come quello, avrebbe finemente sviluppato un elenco di parolacce isteriche.
C'era da fare solo una cosa: armarmi di pazienza biblica e andare subito, immediatamente, a cercare tutto l'armamentario occorrente per cercare di salvare in corner la situazione.
Ma ciò non bastò. Lo stramaledetto continuava testardo a distruggere tutto ciò che lo ostacolava nella sua crescita e io mi sono ritrovata ancora una volta con una guancia simile a quella di un avversario di Mike Tyson e dolori continui.
Era sabato ormai e mancavano solo 4 giorni alla partenza. Lo stronzo non si era ancora arreso. Ecco che si decise per la soluzione estrema: trasformarmi in una medicina umana. Chiamai il dentista in preda ad un attacco di panico, mentre mio padre in tutta la sua flemma mi diceva:"Noi comunque partiamo lo stesso. Mica te l'ho data io la malattia!". A quel punto volevo solo strapparmi il dente con le mani e farla finita. Il dentista mi ordina 3 dosi di antibiotico al giorno + 2 di antidolorifico + le medicine varie ed eventuali per evitare i conseguenti problemi gastrointestinali.
Arrivata ad oggi, martedì 29 aprile, la mia unica attività quotidiana è prendere medicine. Domani mattina mi aspetta un volo di 9 ore che affronterò con la forza di una che ha subito un'anestesia totale. Sto andando a S.Domingo con una farmacia ambulante. Anzichè 12 costumi ho 12 tipi di medicine diverse: ANTIBIOTICO , ANTIBIOTICO PER L'APPENDICITE CRONICA, OKI, PILLOLA CONTRACCETTIVA, ANTIDIARROICO,FERMENTI LATTICI, GASTROPROTETTORE,TACHIPIRINA,ANTISPASTICO,ANTICISTITE,ANTIMALDIPUNTADELPIEDEDESTRO,ANTIROTTURADICAZZODIQUALUNQUETIPO!
A questo punto credo che mi fermeranno credendomi una contrabbandiera di medicinali che sta cercando di scappare agli antipodi per sfuggire alla CIA.
E credo anche che questo sia la conseguenza dei milioni di malauguri che stronzi invidiosi , saputo che stavo recandomi ai Caraibi, mi hanno mandato quotidianamente prima di andare a dormire come preghiera della buonanotte.
Detto ciò, vi chiedo la pietà di non dirmi BEATA, CHE INVIDIA, A S.DOMINGO , ED IO INVECE blablabla. Fate finta che sia a zappare la terra in Uganda. Anzi, sperate che la mia situazione migliori e possa godermi il viaggio. Penso di averne già passato abbastanza! Ci rivediamo la settimana prossima, spero A-A-BBRONZATISSIMA e senza + ascesso!

11 commenti:

Mat ha detto...

beh...se nn starai in perfetta forma a santo domingo sei irrecuperabile!!!

arghhhhhhhhhhhh...invidia!!!

Lady Cocca ha detto...

tesoro mio, forza e coraggio!! se vuoi sono disposta a prendermi qualcuno dei tuoi malanni.. :D

LA CONIGLIA ha detto...

chicca, io non posso dirti 'che invidia' essendomelo già goduto. Posso solo dirti, pensa poco ai malanni, che quando sei in queste circostanze li senti meno. Parola di una che è andata a chichen itza con la febbre a 39!!!

patty ha detto...

dai emy!!!!^___^
che prevedo che invece, alla facciaccia della sfiga, sarà una vacanza fantastica ;)!!!
cmq se servisse ulteriore consulto io lo sai che sono qui!
bacio!

bdp ha detto...

mannaggia che sfiga però :(
ero passata ad augurarti buon viaggio e buona vacanza convinta di trovare tutt'altro post...
però dai! vedrai che è come dice la coniglia: quando sarai là sdraiata su una spiaggia bellissima, con davanti un mare stupendo e in totale relax, vedrai che ai tuoi malanni non ci penserai più! ;)
un bacio e buon divertimento!!

Callista ha detto...

Diamoci la mano, sorella di sfiga...
In bocca al lupo. Bacio bacio

Il CaRiSmAtIcO [to walking] ha detto...

Che poi la terra in uganda è perfetta per essere zappata a mano.


Finito qui per caso,bellissimo blog...Che poi,una che ama il vintage,non può non avere la mia stima.


Ecco.

fata ha detto...

ahahaha..
e io che ho assistito alla tua preparazione di valigia di parafarmaeutici!!!!ed ora tramite sms mi hai detto che ti sei anche ustionata.. mannaggia a te!!!cmq sxo proprio ti divertirai da morire...anche a me serve una vacanza VERA!!!!!un bacino

Lady Cocca ha detto...

ciao cara! probabilmente in questo momento sarai ancora in vacanza con le tue medicine.. ma ti lascio cmq un meme x quando torni.. trovi tutte le istruzioni sul mio blog..
bacissimi! :)

bdp ha detto...

emiiii!
quando torni?? mi mancano i tuoi fantastici post!
non vedo l'ora di sapere tutto il resoconto della holiday :)

Simo* ha detto...

Emi, dove sei?
Secondo me ti sei innamorata follemente di un bel "indigeno" e sei rimasta a vivere ai Caraibi: tu lui e una capanna sulla spiaggia :)