lunedì 18 febbraio 2008

No sex in the city



E vabene avete ragione, basta pippe mentali!!!
Ritorno alla mia pungentissima vena ironica pronta a raccontarvi un'altra delle mie avventure.
Ieri sera , per darmi 1 botta di vita, mi sono avventurata ad una festa di amici di un'amica di una mia amica. Insomma una di quelle solite catene ad intreccio dove ti imbuchi nella speranza di bere a scrocco, mangiare a scrocco, ballare e casualmente incontrare qualcuno figo.
La location diceva tutto: "La festa è a casa di un tipo che abita tra Castel S.Angelo e Piazza Navona". Ambè, porello, non saprà come finire il mese sto tizio! Comunque il non sapere chi fosse, chi ci fosse, come fosse, ci stuzzicava alquanto. E poi avevo decisamente voglia di mettermi in tiro dopo secoli, anche se fuori facevano - 5 gradi.
Mentre ci avviamo in macchina, ipotizziamo sul tipo di festa che poteva essere, se di quelle dove affianco alle bottiglie di vino ti lasciano qualche striscia, se un'orgia o se una riunione di preti.
Arrivate a destinazione, percorriamo questo cortile alla Eyes wide shut , saliamo delle scale illuminate solo da candele e subito pensiamo alla possibilità di trovare fuori dalla porta delle maschere con delle tute in lattice obbligatorie per entrare.
Invece no. La prima cosa che troviamo all'ingresso è La Bibbia. Ci mancava solo che mi spruzzassero l'acquasanta per benedirmi. L'età media era indefinita. Non per la varietà di persone ma per l'impossibilità di definire un'età precisa in soggetti maschili che incarnavano l'antisessualità fatta a uomo.
Eravamo dentro un incubo punitivo contro la nostra eccessiva lussuria teorica.
Ero circondata da circa trenta uomini con gli occhialetti, maglione da montanaro, scarpa da treccking e riporto riccioluto o leccato a mò di capelli.
Il padrone di casa , se non avesse assomigliato a Mastro Lindo, poteva essere un buon partito. Vivere in quel appartamento farebbe gola a chiunque. Peccato che aveva una sorella schizzofrenica pazza alla ricerca di una fidanzata per il fratello e che ha passato l'intera festa a pulire. L'unico uomo decente aveva un codino a fine nuca ed era fidanzato con una bravissima pompinara. Siamo arrivate a questa molto probabile ipotesi dato che era brutta come poche, morta come poche e anonima come poche. La musica non superava il 1975. Il massimo dello scatenamento si raggiungeva con Tropicana del Gruppo Italiano. I partecipanti ballavano saltando come se ballassero una pizzica. Rimaneva un'unica cosa da fare: sbattersi al tavolo "bulimici" ad ingozzarsi di schifezze e dolci e darsi allegramente al vino.
Così fu. E mentre noi dicevamo le solite amenità ridendo come disperate affianco a noi si dibatteva dell'importanza della fede nei momenti in cui la via sembrava smarrita e di come il 2175° Concilio Ecumenico abbia cambiato radicalmente la concezione di verità assoluta. Un solo sguardo tra di noi e l'intesa fu immediata: diamoci alla fuga! E siccome il vino fa bene e nasconde sempre la verità assoluta appunto,mi ha aiutato a capire che sto lavoro mi ha proprio stressata e resa pesante.
Mi sa proprio che durerò 1 altro mese, mi faccio un gruzzoletto e poi adios, andale andale, ritorno alla mia bellissima vita da studentessa comoda e spensierata!!!!! Siamai che poi finisca così!!!!

6 commenti:

Andrea ha detto...

Guarda io spero che questo tuo racconto sia fittizio perchè altrimenti mi dispiace sul serio che hai avuto un esperienza così traumatica. Ti sono vicino, la chiesa e i suoi adepti traumatizzano chiunque. L'importante è che stai lontana da loro ed ogni tanto investi una suora. Vedrai che andrà meglio! Buona settimana!

patty ha detto...

aiutoooo!!!!!era un covo di ciellini????sembra la gente che era/è all'università da me argh!!!!cmq se avete scroccato del buon cibo nulla è andato perduto (ha parlato la Fogna)...


ps:raduno bloggerzzz a bologna???è troppo lontano??eh??.....................:(......
...
...
vabbè...cmq in caso c'è il post apposito con tanto di mia mail, facci sapere...

patty ha detto...

eh no, il mio msn è 1altro:prilla15@hotmail.it !!!!^___^!

Mat ha detto...

più che buon cibo urgono ottimi drink...

LA CONIGLIA ha detto...

O__O Tesoro basta Roma, torna nella sana cagliari!!!

Anonimo ha detto...

Andrea, ha chiamato la biblioteca, voleva sapere se potevi portare indietro il libro di grammatica.

L'ammiratrice